Cos'è il cloud mining e come funziona? Guida 2024 foto
Casa > Blog > Cos'è il cloud mining e come funziona?

Cos'è il cloud mining e come funziona?

7533 min. da leggere

    Il cloud mining consente agli individui di partecipare all'estrazione di criptovalute, come il Bitcoin, senza possedere o supervisionare direttamente l'hardware di estrazione.

    Il termine "cloud mining" trae ispirazione dal concetto di cloud computing, che prevede l'utilizzo di una rete di server remoti ospitati su Internet per l'archiviazione e l'elaborazione dei dati, anziché affidarsi a un server locale.

    Allo stesso modo, il cloud mining consente agli utenti di affittare una parte delle capacità di estrazione offerte dalle società di cloud mining. Il processo di estrazione avviene "nel cloud", ossia in remoto, anziché sul computer dell'utente.

     

    Che cos'è il cloud mining?

     

    Quando ci si chiede che cos'è il cloud mining di Bitcoin, la risposta è che il cloud mining offre un approccio semplificato all'estrazione di criptovalute, consentendo agli utenti di noleggiare attrezzature o potenza di calcolo da centri dati remoti. Questo elimina la necessità per gli utenti di impostare individualmente l'hardware fisico per il mining, di procurarsi connessioni Internet ad alta velocità, di gestire il consumo di elettricità e di mantenere l'hardware.

    I centri dati responsabili del cloud mining Bitcoin gestiscono tutti gli aspetti operativi nel back-end, semplificando il processo per gli utenti. In genere gli utenti devono investire denaro per affittare un intero impianto di mining o per affittare una parte della potenza di calcolo disponibile nel centro dati.

     

    Come funziona il cloud mining?

     

    Ecco una panoramica tipica del funzionamento del cloud mining:

    Fase 1: scegliere una società di cloud mining affidabile: Iniziare a selezionare una società di cloud mining affidabile. Effettuate una ricerca approfondita per identificare i fornitori affidabili.

    Fase 2: selezionare un pacchetto di mining: I fornitori di cloud mining offrono una serie di pacchetti in base alla quantità di potenza di calcolo desiderata e alla durata del noleggio. Una potenza di calcolo più elevata produce in genere maggiori rendimenti potenziali, anche se a un costo più elevato.

    Fase 3: pagare il servizio: Il pagamento viene solitamente effettuato in criptovaluta dopo aver selezionato un pacchetto, anche se alcuni servizi possono accettare valuta fiat.

    Fase 4: avvio del mining: Dopo il pagamento, il servizio di cloud mining configura e gestisce l'hardware di mining, dando inizio al processo di estrazione. La potenza di calcolo assegnata dagli utenti contribuisce all'estrazione delle criptovalute.

    Fase 5: Ricevere le ricompense del mining: Le ricompense generate dall'operazione di mining vengono distribuite tra gli utenti in base alle rispettive quote della potenza di elaborazione totale. Per ricevere queste ricompense, gli utenti devono creare un portafoglio di criptovalute compatibile.

     

     

    Tipi di cloud mining

     

    Il cloud mining comprende due approcci principali: Mining in hosting e potenza di hash in leasing. Approfondiamo le distinzioni tra questi metodi:

     

    Mining in hosting

     

    Il mining in hosting consiste nell'affittare un intero impianto di mining ospitato all'interno di una mining farm per l'estrazione di criptovalute. Con questo approccio, l'impianto fisico rimane nella mining farm e gli utenti lo gestiscono virtualmente fornendo finanziamenti. L'azienda è responsabile della proprietà e del funzionamento dell'impianto di mining, sollevando gli utenti dalle preoccupazioni relative al calore e al rumore associati al funzionamento dell'hardware.

    Gli utenti hanno il controllo delle loro preferenze, dei tempi di attività e della strategia di mining, affittando tutte le attrezzature. Gli utenti devono pagare una piccola commissione alla società che gestisce l'impianto quando ricevono i premi di mining.

     

    Leased Hash Power

     

    Leased Hash Power opera con un approccio diverso. In questo metodo, gli utenti continuano a usufruire dei servizi di una mining farm; tuttavia, invece di affittare un'intera unità di mining, affittano una porzione di potenza di calcolo per una durata prestabilita. Questa potenza di calcolo assegnata è nota come "potenza di hash" e, anziché vincolare i minatori del cloud a un hardware specifico, consente loro di guadagnare premi di mining in base alla potenza che decidono di pagare.

    Questa configurazione elimina la necessità di possedere, gestire e mantenere l'hardware da parte dell'utente. La quantità di potenza hash affittata determina le ricompense; maggiore è la potenza affittata, più alte sono le potenziali ricompense di mining.

     

    Quanti metodi ci sono per estrarre criptovalute?

     

    Per comprendere appieno il concetto di cloud mining, è essenziale esplorare i diversi metodi impiegati nel mining di criptovalute. Oltre al cloud mining, esistono diversi approcci alternativi per condurre il mining di criptovalute:

     

    Mining in solitaria

     

    Il solo mining, il metodo di mining originale, prevede che un singolo miner conduca le operazioni di mining in modo indipendente. Questo approccio richiede un notevole investimento iniziale in hardware, che varia a seconda della criptovaluta. Dopo aver estratto con successo un blocco, il minatore solitario riceve l'intera ricompensa del blocco insieme alle commissioni di transazione. Tuttavia, a causa dell'elevata difficoltà di estrazione di criptovalute come il Bitcoin, la probabilità che un minatore solitario riesca a estrarre con successo un blocco è notevolmente diminuita.

     

    Pool di minatori

     

    Poiché l'estrazione è diventata più impegnativa, i singoli minatori hanno iniziato a combinare le proprie risorse computazionali per aumentare le prospettive di successo dell'estrazione di un blocco. Questo sforzo collaborativo è noto come pool di mining. I minatori all'interno di un pool utilizzano la loro potenza di hash per accelerare la risoluzione del problema computazionale. Quando il blocco viene estratto con successo, la ricompensa viene divisa tra i partecipanti in base alla potenza di calcolo che ciascuno ha contribuito.

     

    Estrazione ASIC

     

    ASIC è l'acronimo di Application-Specific Integrated Circuit (Circuito Integrato Specifico di Applicazione), che si riferisce a sistemi hardware meticolosamente realizzati per il mining di criptovalute specifiche. Rinomati per la loro eccezionale efficienza, gli ASIC sono i preferiti nelle operazioni di mining professionali. Sebbene offrano prestazioni notevoli, gli ASIC possono essere un investimento costoso. Questi dispositivi specializzati trovano utilità nel mining in solitaria, in cui un singolo miner opera in modo indipendente, e nei pool di mining, in cui le risorse computazionali vengono messe in comune per gli sforzi di mining collaborativo.

     

    Mining su GPU/CPU

     

    Alcune criptovalute possono essere estratte utilizzando una CPU (Central Processing Unit) o una GPU (Graphics Processing Unit) standard. Questo è stato l'approccio iniziale al mining di Bitcoin. Tuttavia, con l'aumentare della difficoltà di estrazione, il mining di GPU e CPU si è rivelato ampiamente inefficiente per Bitcoin.

    L'efficacia e la redditività del mining su CPU e GPU possono fluttuare in modo significativo a seconda di vari fattori, tra cui la specifica criptovaluta oggetto del mining, il tipo di hardware utilizzato, i costi dell'elettricità, l'attuale difficoltà della rete e altri fattori pertinenti.

     

    Termini importanti da conoscere prima del cloud mining

     

    Prima di intraprendere un'attività di cloud mining, è fondamentale conoscere i termini chiave che possono influenzare in modo significativo il processo decisionale. Qui di seguito approfondiremo alcuni aspetti fondamentali del cloud mining.

     

    Tasso di hash

     

    Il tasso di hash indica il numero di calcoli che un miner può eseguire in un secondo. Un tasso di hash più elevato aumenta la probabilità di scoprire il blocco successivo nella blockchain e di guadagnare ricompense.

    Il tasso di hash è quantificato in hash al secondo (H/s), sebbene sia comunemente espresso in unità più grandi come kilohash (KH/s), megahash (MH/s), gigahash (GH/s), terahash (TH/s), petahash (PH/s) ed exahash (EH/s). Ecco le rispettive definizioni:

    Kilohash (KH/s): 1.000 hash al secondo (10^3 H/s).

    Megahash (MH/s): 1.000.000 di hash al secondo (10^6 H/s). Equivale a 1.000 volte un kilohash.

    Gigahash (GH/s): 1.000.000.000 di hashish al secondo (10^9 H/s). Equivale a 1.000 volte un megahash o 1.000.000 di volte un kilohash.

    Terahash (TH/s): 1.000.000.000.000 di hash al secondo (10^12 H/s). Ciò equivale a 1.000 volte un gigahash o 1.000.000.000 di volte un kilohash.

     

    Consumo di energia

     

    L'estrazione mineraria richiede un notevole consumo di energia, che rappresenta un costo significativo per le operazioni di estrazione su varie scale. Misurata in genere in watt, l'efficienza energetica di un impianto di estrazione è comunemente valutata in joule per terahash (J/TH). Questa metrica quantifica l'energia consumata dall'hardware per eseguire un calcolo specifico. I valori J/TH più bassi sono preferibili e indicano una maggiore efficienza nelle prestazioni dell'hardware.

     

    Costo per hash

     

    Questa metrica viene calcolata dividendo il costo del contratto di cloud mining per la potenza totale di hash acquisita. Fornisce informazioni sulla spesa per ogni unità di potenza di mining. Questo confronto può rivelarsi prezioso quando si valutano vari contratti o società di cloud mining.

     

    Difficoltà di estrazione

     

    La difficoltà di mining indica il livello di sfida necessario per scoprire il blocco successivo all'interno della blockchain e si regola dinamicamente in base al numero totale di minatori. L'aumento della difficoltà richiede una maggiore potenza di hash per estrarre una quantità equivalente di criptovaluta.

     

    Ricompense dei blocchi

     

     

    La ricompensa del blocco si riferisce alla quantità di criptovaluta assegnata per aver estratto con successo un nuovo blocco nella blockchain. La comprensione della ricompensa di blocco è fondamentale perché ha un impatto diretto sui potenziali guadagni derivanti dalle attività di mining. Incentiva i minatori a dedicare risorse computazionali per proteggere e convalidare le transazioni all'interno della blockchain.

    È essenziale notare che per alcune criptovalute come il Bitcoin, la ricompensa del blocco subisce un "dimezzamento". Questo evento si verifica ogni quattro anni circa e riduce la ricompensa del blocco della metà. Il meccanismo di dimezzamento è progettato per regolare l'emissione di nuove monete nel tempo e mantenere la scarsità, influenzando così le dinamiche di domanda e offerta della criptovaluta.

     

    Prezzo della criptovaluta

     

    Il prezzo di mercato attuale della criptovaluta che viene estratta è un fattore critico che influisce direttamente sulla redditività delle operazioni di estrazione. Questo prezzo rappresenta il valore di un'unità della criptovaluta in valuta fiat, come i dollari USA o gli euro. La comprensione del prezzo di mercato è essenziale per i minatori, poiché determina il valore delle ricompense che ricevono per i loro sforzi di mining.

     

    Costi del pool

     

    Se si è impegnati nel cloud mining attraverso un pool di mining, è possibile che venga addebitata una commissione per la partecipazione. Questa commissione viene detratta dai vostri guadagni, incidendo sulla vostra redditività complessiva. Pertanto, è necessario conoscere la struttura delle commissioni associate al proprio contratto di cloud mining.

    La conoscenza di questi parametri consente di prendere decisioni ben informate sul proprio coinvolgimento nel cloud mining. Vi permette di valutare la potenziale redditività di diversi contratti o aziende e di scegliere l'opzione più adatta in base alle vostre preferenze e ai vostri obiettivi di investimento.

     

    Vantaggi del cloud mining

     

    1. Nessuna competenza tecnica richiesta:

    Il cloud mining elimina la necessità di conoscenze tecniche. La società di cloud mining gestisce tutte le complessità, consentendo agli utenti di affittare o acquistare capacità di estrazione dal fornitore senza dover approfondire gli aspetti tecnici delle operazioni di estrazione.

    2. Nessun costo iniziale per l'hardware:

    L'avvio di un'operazione di mining comporta in genere costi iniziali significativi per l'acquisto di hardware. Inoltre, il rapido progresso della tecnologia rende l'hardware di mining obsoleto in tempi relativamente brevi.

    3. Assenza di problemi di calore e rumore:

    L'hardware per il mining genera un calore e un rumore considerevoli, che possono rappresentare un problema per le persone che gestiscono gli impianti di mining in casa o in ufficio. Il cloud mining risolve questo problema collocando l'hardware in centri dati remoti.

    4. Generazione di reddito passivo:

    Gli utenti possono aspettarsi un flusso di reddito passivo dopo aver stipulato un contratto di cloud mining e aver effettuato l'investimento iniziale. La società di cloud mining si assume la responsabilità di gestire le operazioni di mining, consentendo agli utenti di guadagnare ricompense in criptovaluta senza essere coinvolti attivamente nelle attività di mining quotidiane. Questo potenziale di reddito passivo rende il cloud mining un'opzione interessante per gli individui che cercano di generare rendimenti con il minimo sforzo.

     

    Rischi del cloud mining

     

    Il cloud mining presenta diversi rischi e potenziali svantaggi:

    1. Truffe e frodi:

    L'industria del cloud mining è stata afflitta da truffe e schemi fraudolenti, in cui le società si appropriano dei fondi degli investitori. Prima di investire, sono essenziali ricerche approfondite e due diligence per verificare la legittimità e l'affidabilità di una società.

    2. Potenziale riduzione dei profitti:

    Poiché gli utenti pagano per un servizio, i potenziali profitti del cloud mining possono essere inferiori a quelli del mining tradizionale con hardware personale. Le aziende devono coprire i costi operativi e cercare la redditività, il che spesso si traduce in una riduzione dei guadagni dei clienti.

    3. Mancanza di controllo:

    Scegliendo il cloud mining, le persone rinunciano al controllo del processo di mining a favore della società di cloud mining. È l'azienda a stabilire quali criptovalute estrarre e quando venderle.

    4. Potenziale di minore trasparenza:

    Alcune società di cloud mining possono mancare di trasparenza per quanto riguarda le tariffe, le operazioni di mining o altri dettagli cruciali. Questa opacità può ostacolare la valutazione accurata dei potenziali profitti e dei rischi associati al cloud mining.

    5. Volatilità del mercato:

    I valori delle criptovalute sono altamente volatili, il che porta a fluttuazioni nel valore delle criptovalute guadagnate attraverso il cloud mining.

    6. Rischi normativi:

    Le criptovalute e le attività di mining sono soggette a quadri normativi che variano a seconda della giurisdizione e possono cambiare nel tempo.

     

    Come iniziare l'attività di cloud mining

     

    Ricerca e selezione di un servizio di mining affidabile:

    Prima di intraprendere l'attività di cloud mining, condurre una ricerca approfondita per identificare servizi di mining affidabili.

     

    1BitUp è l'operatore più affidabile e degno di fiducia tra i fornitori di cloud mining.

     

    Scegliere il giusto servizio di mining:

    Non tutte le farm di mining offrono la possibilità di affittare la potenza di hash, quindi è essenziale scegliere un servizio di mining che sia in linea con le vostre preferenze e i vostri obiettivi. Considerate la durata del contratto, le opzioni di potenza hash e le strutture tariffarie per prendere una decisione informata.

    Finalizzare i dettagli del contratto:

    Una volta scelto il servizio di mining, è necessario finalizzare i dettagli del contratto, tra cui la durata, la potenza hash assegnata e le tariffe associate. Prima di procedere, assicuratevi di aver compreso a fondo i termini e le condizioni del contratto.

    Completare il pagamento:

    Effettuare il pagamento necessario secondo i termini specificati dal fornitore del servizio di mining per avviare il processo di cloud mining. Seguire le istruzioni di pagamento fornite dall'azienda per garantire una transazione senza intoppi.

    Monitorare l'attività di mining:

    Una volta elaborato il pagamento, inizierà l'operazione di cloud mining. Monitorate la dashboard del vostro account fornita dal servizio di mining per seguire i progressi delle vostre attività di mining in tempo reale. Rimanete aggiornati sulle vostre ricompense minerarie e sulle metriche di performance per valutare la redditività del vostro investimento.

    Tracciamento e analisi delle ricompense:

    Tracciate e analizzate regolarmente le vostre ricompense di estrazione per valutare la redditività della vostra impresa di cloud mining. Confrontate i rendimenti previsti con le spese sostenute per assicurarvi che il vostro investimento produca rendimenti positivi.

    Avatar

    Eugen Tanase

    Chief Operating Officer, 1BitUp

    Eugen Tanase is Chief Operating Officer at 1BitUp. Along his long Corporate Management career he gained lots of expertise in Renewable Energy Projects, Transnational Trade of Energy Resources, and many other fields. Starting 2015 he stepped into the study Decentralized Applications and Blockchain along with Bitcoin mainstream. From 2017 he embraced WEB3 and Cloud Mining .

    0

    0 commenti

    Post popolari

    Post popolari