Come investire in Bitcoin in modo sicuro: Guida per principianti foto
Casa > Blog > Come investire in Bitcoin? 5 modi migliori

Come investire in Bitcoin? 5 modi migliori

32274 min. da leggere

    L'investimento in Bitcoin, spesso abbreviato in BTC, può essere affrontato con diversi metodi.

    Di seguito cercheremo di evidenziare i metodi per i principianti per investire in Bitcoin.

    Negli ultimi anni, il Bitcoin è diventato molto popolare tra gli investitori contemporanei. Parallelamente, si sono intensificate le discussioni sul Bitcoin e sulle altre criptovalute. I sostenitori ne parlano come l'emblema della moneta e dell'investimento del futuro, mentre gli scettici mettono in guardia dalla sua volatilità e dal potenziale di rendimenti modesti. Di seguito sono riportati i principali passi per investire in Bitcoin per i principianti:

           

    1. Iscriversi a un Crypto Exchange

     

    Quando si decide di investire in Bitcoin, bisogna innanzitutto decidere quale exchange utilizzare per effettuare l'acquisto.

    Poiché il Bitcoin non è centralizzato o emesso da una banca specifica, è possibile acquistarlo su diversi exchange di criptovalute che facilitano le transazioni di Bitcoin.

    Quando si acquista Bitcoin, è necessario selezionare una borsa da cui effettuare l'acquisto. Di seguito è riportata una selezione dei migliori exchange:

    • Binance - Il più grande exchange con il maggior numero di utenti e di volumi di scambio.
    •  Coinbase - il più grande exchange con sede negli Stati Uniti
    •  Kraken - Exchange con sede negli Stati Uniti che permette di investire in diverse valute
    •  Bitfinex - la borsa più antica, fatta su misura per i trader
    •  Kucoin - la migliore per le nuove quotazioni e le coppie di valute
    •  Gate - scambio DEX e CEX in un'unica piattaforma

    Sono disponibili numerosi exchange di criptovalute, ognuno con le proprie caratteristiche, commissioni e criptovalute supportate. Ricercate e confrontate i diversi exchange per trovarne uno adatto alle vostre esigenze.

         

    2. Ottenere un portafoglio Bitcoin

     

    Esistono diversi tipi di portafogli Bitcoin: portafogli software (desktop, mobile o web), portafogli hardware (dispositivi fisici) e portafogli cartacei (codici QR stampati). Decidete quale tipo di portafoglio è più adatto alle vostre esigenze in base a fattori quali la sicurezza, la convenienza e l'accessibilità.

    Una volta deciso il tipo di portafoglio che desiderate, fate una ricerca sui diversi fornitori. Tra le opzioni più diffuse vi sono:

    • Portafogli software: Electrum, Coinbase Wallet, Mycelium
    •  Portafogli hardware: Ledger Nano S, Trezor, KeepKey
    •  Portafogli web: Blockchain.info, Coinbase, BitPay
    •  Portafogli cartacei: Bitaddress.org, BitcoinPaperWallet.com

    In genere si scarica un'applicazione o ci si iscrive a un sito web per i portafogli software e web. Per i portafogli hardware è necessario acquistare il dispositivo fisico da un rivenditore autorizzato.

    Una volta configurato il portafoglio, vi verrà assegnato un indirizzo Bitcoin (o più indirizzi). È possibile condividere questo indirizzo con altri per ricevere pagamenti in Bitcoin. Si prega di prendere le misure necessarie per proteggere il portafoglio da accessi non autorizzati o perdite.

     

    3. Effettuare l'ordine di Bitcoin

     

    Dopo aver aperto con successo un conto di scambio di criptovalute e aver capito perché investire in Bitcoin, siete pronti a effettuare il vostro primo ordine. 

    Dopo aver deciso quanto si vuole investire, si può iniziare con un importo minore e, in seguito, aumentare l'investimento.

    Depositate i fondi sul vostro conto di scambio utilizzando un metodo di pagamento supportato. A seconda della Borsa, si può trattare di un bonifico bancario, di una carta di credito/debito o di un altro metodo supportato.

    Una volta che il vostro conto è stato finanziato, visitate la sezione trading della borsa. Cercate le coppie di trading di Bitcoin (ad esempio, BTC/USD, BTC/EUR) e scegliete quella che volete negoziare.

    Una volta piazzato l'ordine di acquisto, questo verrà inserito nel book degli ordini della Borsa. Se il mercato raggiunge il prezzo specificato, l'ordine viene eseguito e si riceve il Bitcoin sul proprio conto di scambio.

    Ora avete il vostro Bitcoin.

     

    4. Ottenere un contratto di cloud mining

     

    Il cloud mining è un processo in cui gli utenti possono estrarre criptovalute come il Bitcoin senza acquistare e mantenere il proprio hardware di estrazione. Al contrario, possono affittare le risorse di mining da un centro dati remoto.

    Per acquisire un contratto di mining cloud di Bitcoin, in genere è necessario seguire i seguenti passaggi:

    Cercare fornitori di cloud mining affidabili che offrano contratti di mining di Bitcoin. Un fornitore molto conosciuto è 1BitUp. Offre calcoli trasparenti, nessuna commissione nascosta e rendimenti realistici.

    Visitate la piattaforma 1BitUp e registrate un account. Dovrete fornire il vostro indirizzo e-mail, creare una password ed eventualmente completare un processo di verifica.

    Una volta creato l'account, si può passare alla sezione per l'acquisto di contratti di mining. Esaminate i piani disponibili e scegliete il vostro budget e le vostre preferenze di mining. Considerate la durata del contratto, il tasso di hash, le spese di manutenzione e la potenziale redditività.

    Ora siete pronti a ricevere le vostre ricompense!!!

     

    5. Gestire gli investimenti in criptovalute

     

    Una volta acquistato il Bitcoin, avete diverse strade da esplorare con la vostra nuova moneta digitale:

    1.         Transazioni online: Il Bitcoin può essere usato per fare acquisti presso commercianti e fornitori di servizi che accettano criptovalute come pagamento. Ciò include rivenditori online, piattaforme di gioco, servizi di abbonamento e altro ancora.

    2.         Investimento a lungo termine: Molti investitori scelgono di tenere il proprio Bitcoin per un periodo prolungato, aspettandosi che il suo valore aumenti nel tempo. Questa strategia, comunemente chiamata "HODLing" (una storpiatura di "hold"), consiste nel conservare i Bitcoin in un portafoglio sicuro e attendere le condizioni di mercato favorevoli per venderli o scambiarli.

    3.         Day Trading: Per chi è interessato a gestire attivamente le proprie disponibilità di Bitcoin, il day trading offre l'opportunità di trarre profitto dalle fluttuazioni di prezzo a breve termine del mercato delle criptovalute. I day trader comprano e vendono Bitcoin nell'arco della stessa giornata, con l'obiettivo di capitalizzare i movimenti di prezzo e generare profitti. Per investire in azioni Bitcoin è necessaria una profonda comprensione delle tendenze del mercato, dell'analisi tecnica e della gestione del rischio.

     

    Quanto dovrei investire in Bitcoin?

     

    La determinazione di quanto investire in Bitcoin, o in qualsiasi altro asset, dipende da diversi fattori, tra cui la situazione finanziaria, gli obiettivi di investimento, la tolleranza al rischio e la diversificazione complessiva del portafoglio:

     

    1.         Se volete fare soldi, dovete valutare la vostra situazione finanziaria attuale, compresi il reddito, i risparmi, i debiti e le spese. Considerate se avete un reddito disponibile per gli investimenti dopo aver soddisfatto i vostri obblighi finanziari essenziali, come le bollette, i risparmi per le emergenze e il rimborso dei debiti.

    2.         Se siete alle prime armi con gli investimenti in Bitcoin o criptovalute, prendete in considerazione l'idea di iniziare con una piccola somma che potete permettervi di perdere. Man mano che si acquisisce esperienza e fiducia, si può aumentare gradualmente l'investimento.

    3.         Se avete bisogno di maggiori chiarimenti su quanto investire in Bitcoin o di una consulenza personalizzata sugli investimenti, consultate un consulente finanziario qualificato.

     

    In definitiva, la decisione su quanto investire in Bitcoin è molto personale e deve basarsi sulla propria situazione e sui propri obiettivi di investimento.

     

    È ragionevole investire in Bitcoin?

     

    La risposta diretta all'opportunità di investire in Bitcoin è che nessun investimento può essere universalmente etichettato come intrinsecamente "buono" o "cattivo". La sua idoneità dipende invece dalla vostra tolleranza al rischio, dalla vostra strategia di investimento e dai vostri obiettivi finanziari. Prima di considerare il Bitcoin come una via d'investimento, è indispensabile valutare meticolosamente le proprie aspirazioni e delineare ciò che si vuole ottenere attraverso i propri sforzi di investimento. State cercando di coltivare un reddito passivo, di passare all'investimento a tempo pieno o di accumulare fondi per la pensione? La risposta a queste domande vi aiuterà a capire se vale la pena investire in Bitcoin.

     

    I vantaggi degli investimenti in Bitcoin

     

    Investire in Bitcoin offre il potenziale per ottenere rendimenti sostanziali, che possono raggiungere il 1000% o più. Anche se ottenere guadagni di questo tipo è indubbiamente impegnativo, essi rimangono nel campo delle possibilità.

    Acquistando una quantità significativa di Bitcoin, si può capitalizzare un'impennata del mercato, vendendo le monete a un valore sostanzialmente elevato quando la domanda è alta. Inoltre, esiste la remota possibilità che il Bitcoin diventi la valuta del futuro o che acquisisca maggiore importanza come asset di scambio, con la possibilità di ottenere rendimenti da investimenti a lungo termine. Tuttavia, è essenziale riconoscere che i valori del Bitcoin presentano generalmente una tendenza al ribasso nel tempo.

    Il successo degli investimenti in Bitcoin dipende spesso dall'abilità nel "timing del mercato". Ciò significa acquistare le monete quando il loro valore è basso e venderle al picco del loro valore. Gli investitori ad alto rischio che monitorano attentamente l'andamento del mercato possono ottenere rendimenti significativi utilizzando questa strategia, potenzialmente superiori a quelli ottenibili con investimenti convenzionali come le azioni societarie o i titoli di Stato.

     

    I contro dell'investimento in Bitcoin

     

    Investire in Bitcoin comporta diversi potenziali svantaggi e rischi che gli investitori dovrebbero considerare attentamente prima di impegnare il capitale.

    Il Bitcoin è notoriamente volatile e il suo prezzo è soggetto a fluttuazioni rapide e sostanziali in brevi periodi. Questa estrema volatilità può portare a oscillazioni significative dei prezzi, con conseguenti perdite potenziali per gli investitori.

    Gli investitori esperti possono rivolgersi a persone inesperte o ignare, convincendole a investire ingenti somme di denaro in Bitcoin. Questo afflusso di investimenti innesca una rapida impennata dei prezzi del Bitcoin.

    Questi investitori opportunisti capitalizzano la situazione vendendo tutte le loro partecipazioni prima che la frenesia di acquisto si plachi, raccogliendo profitti sostanziali. Tuttavia, quando l'afflusso di nuovi investitori diminuisce, il valore del Bitcoin subisce un brusco calo.

    Una moneta acquistata a 1.000 dollari può crollare fino a 50 dollari. Sfortunatamente, gli investitori ignari che hanno acquistato a prezzi gonfiati si ritrovano con una perdita considerevole, potenzialmente dilapidando il loro investimento.

     

    Come conservare i Bitcoin acquistati

     

    Quando si acquista Bitcoin, si diventa proprietari dell'importo acquistato. Questa proprietà è facilitata dalla fornitura di due chiavi, una pubblica e una privata. La chiave pubblica cripta le informazioni e genera l'indirizzo univoco del vostro portafoglio, mentre la chiave privata vi consente di decriptare le informazioni e di accedere ai vostri Bitcoin. La chiave privata deve essere conservata e custodita con cura. 

    Il possesso di Bitcoin viene registrato, memorizzato, convalidato e crittografato in modo sicuro all'interno della blockchain. Grazie ai solidi metodi di crittografia impiegati, nessuna criptovaluta è stata compromessa o rubata attraverso la manipolazione dei dati della blockchain.

     

    Portafogli a caldo

     

    I portafogli di criptovalute a caldo sono portafogli connessi a Internet che offrono una serie di funzionalità, tra cui l'archiviazione, l'invio e la ricezione di token e la gestione e visualizzazione di tutti i token disponibili in un'unica posizione centrale. Questi portafogli sono accessibili da dispositivi abilitati a Internet come smartphone, tablet e computer portatili. La loro popolarità deriva dalla comodità di trasferire e ricevere fondi istantaneamente.

    Il funzionamento di un portafoglio di criptovalute è semplice: memorizza in modo sicuro le chiavi private associate alle criptovalute, acquisite tramite acquisto o mining. Queste chiavi private sono essenziali per autorizzare le transazioni di criptovalute.

    Un portafoglio caldo funge da interfaccia per l'esecuzione delle transazioni di criptovalute e le registra sul registro pubblico decentralizzato della blockchain. Due componenti fondamentali di un portafoglio di criptovalute garantiscono la sicurezza dei beni digitali: le chiavi private e le chiavi pubbliche, entrambe costituite da stringhe crittografiche di lettere e numeri.

    Le chiavi private servono a convalidare la proprietà di un token e sono indispensabili per eseguire le transazioni di criptovaluta. Funzionano in modo simile alle password necessarie per autorizzare un trasferimento di criptovaluta.

    Le chiavi pubbliche, invece, sono identificatori crittografici che consentono di inviare criptovalute ad altri utenti. Sono simili ai nomi utente di un conto e sono essenziali per avviare i trasferimenti di criptovaluta.

     

    Portafogli freddi

     

    I portafogli freddi si distinguono da quelli caldi per la mancanza di connettività a Internet, che li rende meno vulnerabili ai tentativi di hacking. Questa distinzione ha spinto i portafogli freddi a una maggiore importanza e adozione, in particolare dopo il crollo di FTX, un importante exchange di criptovalute centralizzato che ha dichiarato bancarotta nel novembre 2022. Il presunto hack ha causato il congelamento o la perdita dei beni digitali di numerosi utenti.

    I portafogli a freddo si presentano in genere come dispositivi hardware, simili a chiavette USB, e costano solitamente tra i 50 e i 200 dollari. Esempi di portafogli a freddo sono i portafogli hardware e i portafogli cartacei.

    Un aspetto fondamentale per migliorare la sicurezza è che le chiavi private associate ai portafogli a freddo rimangono completamente offline, a differenza di quelle dei portafogli a caldo. Queste chiavi private offline sono essenziali per eseguire scambi di criptovalute dal portafoglio.

    Quando si effettua uno scambio di criptovalute da un portafoglio freddo, il processo inizia online, ma l'autorizzazione finale richiede la firma digitale offline per completare la transazione, aggiungendo un ulteriore livello di sicurezza.

     

    Conclusione

     

    Il Bitcoin è una forma importante di criptovaluta, che sfrutta una vasta rete di computer interconnessi per salvaguardare e conservare i beni digitali. Tuttavia, la notevole volatilità del Bitcoin lo rende suscettibile di fluttuazioni significative e rapide del valore, offrendo il potenziale di rendimenti sostanziali ma comportando anche notevoli rischi.

    Pertanto, prima di prendere decisioni, è necessario informarsi sulle pratiche di investimento responsabili in Bitcoin. Inoltre, è fondamentale diversificare il proprio portafoglio di investimenti per ridurre l'esposizione alla volatilità del mercato.

    Un metodo intrigante di partecipazione consiste nell'investire nel mining di Bitcoin o nel cloud mining.

     

    DOMANDE FREQUENTI

     

    È sicuro investire in Bitcoin oggi?


    È bene sapere che il Bitcoin è uno strumento finanziario moderno che può servire come riserva di valore e come metodo di pagamento.

    È stato ampiamente utilizzato nel mondo moderno e sostenuto attivamente da molti Paesi e comunità. È sicuramente un investimento sicuro, considerando le fluttuazioni e i problemi del ciclo.

     

    È intelligente investire in Bitcoin?


    Investire in Bitcoin è un modo moderno per diversificare l'interazione tra l'economia moderna e gli investimenti. Molti fondi d'investimento e grandi società multinazionali stanno investendo in Bitcoin e strumenti correlati.

    Tali investimenti hanno mostrato guadagni altamente competitivi che superano i metodi di investimento tradizionali.

     

    È un buon momento per investire in Bitcoin?


    È sempre possibile prendere in considerazione la possibilità di investire in Bitcoin e non è mai troppo tardi. Ma, ovviamente, è necessario fare le dovute verifiche. Inoltre, gli investitori in Bitcoin devono valutare tutti i rischi e i periodi di tempo legati all'investimento. Anche la tolleranza al rischio e le considerazioni sul ciclo del Bitcoin come investimento sono importanti. 

     

    Quanti anni bisogna avere per investire in Bitcoin?


    Tecnicamente non ci sono restrizioni di età per il trading o il mining di criptovalute. Tuttavia, le piattaforme di criptovalute come Coinbase e PayPal impongono una restrizione di età minima. Esse richiedono un'età minima di 18 anni per partecipare all'acquisto di criptovalute, che si tratti di Bitcoin (BTC) o di un altro tipo di valuta digitale.

    Avatar

    Eugen Tanase

    Direttore Operativo di 1BitUp

    Eugen Tanase è Chief Operating Officer di 1BitUp. Nel corso della sua lunga carriera di dirigente d'azienda ha acquisito una grande esperienza in progetti di energia rinnovabile, commercio transnazionale di risorse energetiche e molti altri settori. A partire dal 2015 si è addentrato nello studio delle applicazioni decentralizzate e della Blockchain insieme al mainstream del Bitcoin. Dal 2017 ha abbracciato il WEB3 e il Cloud Mining.

    0

    0 commenti

    Post popolari

    Post popolari