Rischi per la sicurezza del Crypto Mining: Cosa c'è da sapere foto
Casa > Blog > Guida ai rischi del Crypto Mining: Cosa c'è da sapere

Guida ai rischi del Crypto Mining: Cosa c'è da sapere

11023 min. da leggere

    Il mining di criptovalute può essere un'opportunità interessante per gli appassionati e gli investitori che cercano di partecipare all'economia digitale decentralizzata. Tuttavia, è essenziale comprendere i rischi associati prima di immergersi nel mondo del mining. Senza una due diligence generale, non è consigliabile iniziare l'attività di mining poiché comporta molti rischi diversi, di cui parleremo più avanti.

    Comprendere i rischi del mining di criptovalute


    Per mitigare i rischi del mining di criptovalute, è necessario capire come funziona nel dettaglio. Dall'acquisizione delle attrezzature di mining alla distribuzione delle ricompense di mining ai portafogli, il mining di criptovalute comporta una serie di requisiti tecnici che l'utente deve rispettare.  

    Infezioni da malware


    Il malware crittografico è un software dannoso specificamente progettato per colpire i portafogli digitali e gli scambi di criptovalute, con l'obiettivo di acquisire criptovalute in modo illecito. Questo tipo di malware si infiltra nel computer o nel dispositivo dell'utente per accedere al suo portafoglio digitale o al suo conto di scambio. Una volta ottenuto l'accesso non autorizzato, il malware esegue diverse attività nefaste.
    Il malware Crypto rappresenta una minaccia significativa per gli individui e le organizzazioni che operano nel settore delle criptovalute. Può causare perdite finanziarie, violazioni di dati e altre conseguenze negative.

    Rischi di surriscaldamento


    I rischi di surriscaldamento del settore minerario rappresentano un rischio significativo per i minatori di criptovalute e le loro apparecchiature. 
    Le continue operazioni di mining generano un notevole calore, che può causare il surriscaldamento di componenti hardware come CPU, GPU e ASIC (Application-Specific Integrated Circuits). 
    Le temperature elevate possono compromettere le prestazioni e l'efficienza dell'hardware di mining, con conseguente diminuzione dei tassi di hash e della redditività del mining. 
    Il surriscaldamento dell'hardware di mining spesso richiede misure di raffreddamento aggiuntive, come l'aumento della velocità delle ventole o sistemi di raffreddamento supplementari, per mantenere le temperature operative ottimali.

    Aumento dei costi dell'elettricità


     Le operazioni di mining richiedono una notevole quantità di energia per alimentare le apparecchiature, la ventilazione, l'elaborazione e altri sistemi. L'energia può rappresentare il 10-40% dei costi operativi delle miniere. Con la volatilità dei prezzi dei combustibili fossili e l'aumento delle tariffe elettriche, i costi energetici sono diventati un punto dolente per l'industria. L'aumento delle spese energetiche ha un effetto a cascata sull'economia mineraria. È necessario stanziare più capitale per coprire questi costi, lasciandone meno a disposizione per l'esplorazione, l'aggiornamento delle attrezzature o lo sviluppo di nuove miniere. Per rimanere redditizie, alcune miniere devono concentrarsi solo sui depositi di grado più elevato. Questo riduce la durata delle riserve e la sostenibilità a lungo termine.


    Rischi legali e normativi


    L'estrazione di criptovalute è legale nella maggior parte dei Paesi e in genere non richiede permessi speciali. Tuttavia, poiché richiede grandi quantità di elettricità, gli attivisti sociali stanno sollevando preoccupazioni in tutto il mondo per quanto riguarda le emissioni di carbonio e l'inquinamento ambientale.
    Per questo motivo, alcuni Paesi hanno proposto norme e regolamenti severi in materia di cripto-mining per ridurre al minimo l'impatto ambientale. Inoltre, poiché in alcuni Paesi si registrano prevalentemente truffe nel settore del crypto mining, i governi sono intenzionati a stabilire leggi, standard di sicurezza e regole nell'ambito del crypto mining per proteggere gli investitori dal rischio di cadere vittima di tali truffe.

    La minaccia degli schemi Ponzi


    Uno schema Ponzi è un tipo di frode finanziaria in cui gli investitori precedenti vengono pagati con i fondi apportati dai nuovi investitori. In questo modo, lo schema perpetua l'apparenza di redditività finché le nuove vittime aderiscono in numero sufficiente.
    Tali schemi esistono in criptovalute e in qualsiasi altro settore dell'economia.
    Se è vero che la correlazione tra asset digitali e mercati azionari è generalmente più significativa rispetto ai primi anni delle criptovalute, dobbiamo considerare il contributo degli asset più rischiosi (ad esempio, i titoli growth) all'innovazione e alla crescita economica.
    Quindi, per evitare questi casi, dobbiamo fare una ragionevole due diligence prima di entrare in qualsiasi processo di mining o di investimento.

    La meccanica del Cryptojacking


    Gli script di criptojacking, spesso incorporati nei siti web o nelle pubblicità dannose, ottengono l'accesso al dispositivo della vittima attraverso click ignari o software vulnerabili. Una volta infiltrati, questi script eseguono un codice che sfrutta la potenza di elaborazione del dispositivo per risolvere complesse equazioni matematiche, note come mining di criptovalute.

    Il criptojacking spiegato


    Il cryptojacking consiste nell'utilizzo da parte degli hacker della potenza di calcolo di un dispositivo compromesso per generare o "minare" criptovalute. Il mining può essere eseguito installando un
    programma dannoso sul computer di destinazione o tramite vari  malware senza file. A volte, gli aggressori si appropriano di una parte della potenza di elaborazione del computer computer quando viene aperta una pagina contenente un particolare script di mining. È noto che il criptojacking si verifica durante la visualizzazione di annunci pubblicità online o risolvendo un-CAPTCHA.

    La prevalenza di Monero nel cryptojacking


    Recentemente, i criminali informatici hanno spostato la loro attenzione dall'infettare i computer degli utenti finali al colpire i servizi cloud. Questo cambiamento di strategia è dovuto a diversi fattori, tra cui la preferenza per Monero (XMR) come criptovaluta preferita per le attività di mining illecito.
    Monero offre i rendimenti più elevati per il mining della CPU rispetto ad altre criptovalute. Questo la rende un'opzione interessante per i criminali informatici che cercano di massimizzare i loro profitti dalle operazioni di mining. Inoltre, molti servizi cloud devono garantire l'accesso all'unità di elaborazione grafica (GPU) e alle risorse di un computer convenzionale, limitando i minatori a utilizzare solo l'unità di elaborazione centrale (CPU) per il mining.

    Come si diffonde il malware Cryptojacking


    I criminali informatici utilizzano varie tattiche per installare il software di cryptojacking sui dispositivi delle vittime ignare, consentendo loro di effettuare il mining di criptovalute in modo discreto o di rubare dai portafogli di criptovalute. Le vittime possono continuare a utilizzare i loro dispositivi come al solito, ma notano prestazioni più lente o ritardi. Gli hacker utilizzano in genere due metodi principali per estrarre segretamente criptovalute:

    Link malevoli nelle e-mail: I criminali informatici possono inviare alle potenziali vittime e-mail di phishing contenenti link malevoli. Facendo clic sul link, il computer della vittima carica il codice per il mining di criptovalute, che viene eseguito in background a sua insaputa. 

    Siti web o annunci online infetti: Un altro metodo consiste nell'infettare siti web legittimi o pubblicità online con codice JavaScript progettato per essere eseguito automaticamente quando viene caricato nel browser della vittima. 

    Strategie per evitare il malware e il cryptojacking


    Per proteggersi dal cryptojacking e da altre minacce alla sicurezza informatica, seguite queste misure proattive:

    Implementare un software di cybersecurity completo: investire in un programma di cybersecurity solido come Kaspersky Total Security, che offre funzionalità complete di rilevamento delle minacce, inclusa la protezione contro il malware del cryptojacking. 

    Rimanere informati sulle tendenze del cryptojacking: I criminali informatici adattano continuamente le loro tattiche e sviluppano nuovi metodi per distribuire il malware cryptojacking. Rimanete informati sulle ultime tendenze della cybersicurezza per riconoscere e mitigare tempestivamente le potenziali minacce.

    Utilizzate le estensioni del browser per la protezione dal cryptojacking: Installate le estensioni del browser per bloccare l'esecuzione di script di cryptojacking nel vostro browser web. Estensioni popolari come minerBlock, No Coin e Anti-Miner sono in grado di rilevare e prevenire efficacemente le attività di cripto-mining non autorizzate durante la navigazione in Internet.

    Impiegare i bloccatori di annunci: Poiché gli script di cryptojacking sono spesso trasmessi attraverso annunci pubblicitari online, considerate l'installazione di un blocco degli annunci come Ad Blocker Plus per impedire il caricamento di questi annunci nel vostro browser. 
    Considerare la possibilità di disabilitare JavaScript: La disabilitazione di JavaScript nel browser web può impedire l'esecuzione di codice di crypto-jacking sul dispositivo. Tuttavia, questo approccio può anche limitare la funzionalità di alcuni siti e applicazioni web che si basano su JavaScript. 

    Conclusioni


    Il cryptomining presenta numerosi rischi. Eseguendo la dovuta diligenza prima dell'estrazione e adottando queste misure proattive di sicurezza informatica, è possibile ridurre il rischio di cadere vittima di attacchi di crypto-jacking e proteggere i propri dispositivi e dati dallo sfruttamento non autorizzato da parte dei criminali informatici. Ricordate di dare la priorità alle best practice di sicurezza, di rimanere informati sulle minacce emergenti e di aggiornare regolarmente le vostre difese di cybersecurity per essere sempre all'avanguardia rispetto all'evoluzione delle minacce informatiche.

    Avatar

    Eugen Tanase

    Direttore Operativo di 1BitUp

    Eugen Tanase è Chief Operating Officer di 1BitUp. Nel corso della sua lunga carriera di dirigente d'azienda ha acquisito una grande esperienza in progetti di energia rinnovabile, commercio transnazionale di risorse energetiche e molti altri settori. A partire dal 2015 si è addentrato nello studio delle applicazioni decentralizzate e della Blockchain insieme al mainstream del Bitcoin. Dal 2017 ha abbracciato il WEB3 e il Cloud Mining.

    0

    0 commenti

    Post popolari

    Post popolari