Le criptovalute sono davvero come gli schemi Ponzi? foto
Casa > Blog > Le criptovalute sono davvero come gli schemi Ponzi?

Le criptovalute sono davvero come gli schemi Ponzi?

52952 min. da leggere

    Cosa sono gli schemi Ponzi?


    Uno schema Ponzi è una truffa sugli investimenti fraudolenta che promette alti tassi di rendimento con pochi rischi per gli investitori. Il termine deve la sua origine a un truffatore di nome Charles Ponzi, che si fece un nome nel 1920. Tuttavia, i primi esempi registrati di questo tipo di truffa sugli investimenti possono essere fatti risalire alla metà e alla fine del 1800 ad Adele Spitzeder in Germania e Sarah Howe negli Stati Uniti.

    Uno schema Ponzi è una frode sugli investimenti in cui ai clienti viene promesso un grande profitto con un rischio minimo o nullo. Le aziende che adottano uno schema Ponzi concentrano tutte le loro energie nell’attrarre nuovi clienti per effettuare investimenti. Si tratta generalmente di schemi di marketing multilivello, in cui il denaro dei nuovi investitori viene utilizzato per pagare i “profitti” ai precedenti investitori. Ciò continua finché nuovi investitori continuano ad unirsi.

    Il marketing multilivello in sé non è illegale perché viene venduto un prodotto. Ma le società di marketing diretto non possono promuovere schemi piramidali o di circolazione del denaro.

    Le criptovalute sono come gli schemi Ponzi?


    Alcuni esperti concordano sul fatto che esistono criptovalute che funzionano come gli schemi Ponzi. "Quando si tratta di prodotti crittografici, ci sono molti prodotti con progetti che cercano di funzionare come schemi Ponzi. È diffuso in tutto il mondo ma è molto più popolare in paesi come la Malesia e l'Indonesia. Le criptovalute vengono utilizzate come mezzo di pagamento perché sono più semplici e, utilizzando le criptovalute, possono aprire l'intero schema Ponzi a tutto il mondo invece di essere limitato a un paese o una regione specifica", afferma Sathvik Vishwanath, co-fondatore e CEO, Unocoin, uno scambio di criptovalute.

    Le criptovalute sono, infatti, peggio degli schemi Ponzi, afferma Gaurav Mehta, fondatore di Catax, una piattaforma online di tassazione e verifica delle criptovalute. “È una risorsa più complicata di uno schema Ponzi, ed è peggiore poiché non solo incoraggia l’evangelizzazione ma mina anche gli stati nazionali interferendo nel sistema monetario. Quando la mania dei tulipani passò, alla gente rimasero almeno i tulipani da annusare; quando Bitcoin passerà, loro (gli investitori) rimarranno senza nulla," ha detto.

    Altri non sono d'accordo. Uno schema Ponzi promette rendimenti elevati con un rischio minimo, mentre il trading di criptovalute è piuttosto volatile a causa delle condizioni di mercato, delle sfide dei regolatori e di altri fattori, il che offre agli investitori l’opportunità di guadagnare rendimenti elevati ma affrontando un rischio elevato.

    "Collegare asset crittografici con schemi Ponzi è gravemente ingiusto. Gli schemi di marketing multilivello e gli schemi di fondi chit che promettono rendimenti elevati si qualificherebbero come schemi Ponzi", afferma Sharat Chandra, vicepresidente, ricerca e strategia, EarthID, un'organizzazione globale auto-decentralizzata. piattaforma di gestione dell’identità sovrana.

    Mentre le criptovalute lottano per la legittimità, i cattivi giocatori rendono il compito più difficile, soprattutto perché i commenti sulle criptovalute si sono spostati oltre i casi d’uso dei pagamenti (corso legale) verso aspetti come la tokenizzazione degli asset, il metaverso, i giochi e il web 3.0.

    Avatar

    Eugen Tanase

    Direttore Operativo di 1BitUp

    Eugen Tanase è Chief Operating Officer di 1BitUp. Nel corso della sua lunga carriera di dirigente d'azienda ha acquisito una grande esperienza in progetti di energia rinnovabile, commercio transnazionale di risorse energetiche e molti altri settori. A partire dal 2015 si è addentrato nello studio delle applicazioni decentralizzate e della Blockchain insieme al mainstream del Bitcoin. Dal 2017 ha abbracciato il WEB3 e il Cloud Mining.

    0

    0 commenti

    Post popolari

    Post popolari